Scooterino.it

Scooterino è un servizio innovativo e utile per ammortizzare i costi di trasporto, ma non solo.
Green ed estremamente social sono le altre due definizioni di questa idea, che arriva sul mercato di Roma.
L’ideatore è…il solito “genio”.
Oliver Page: 22 anni, italo-americano, brillante e preparato crea Scooterino e lo applica alla nostra capitale.
Per ora il progetto è partito in fase beta, ma a breve e sarà disponibile per tutti.

Per sapere di cosa si tratta ho parlato direttamente con Oliver, ma non fatevi ingannare dall’età perché…ha le idee piuttosto chiare, è un imprenditore e questa è il suo terzo progetto ad arrivare sul mercato.
E dalla Silicon Valley come si fa a farsi venire un’idea come quella di Scooterino?!

Scooterino.it
Scooterino.it

“Aspettando 30 minuti ad una fermata di un  autobus e vedendo scooter sfrecciarmi davanti. Ho capito che ci doveva per forza essere un’alternativa da proporre per la mobilità urbana”

E così, senza farsi scoraggiare dalle difficoltà, che innegabilmente un giovane imprenditore può incontrare nel nostro Paese, ha inventato questa nuova formula, che strizza l’occhio alle conosciute BlaBlacar e, in un altro settore, Airbnb.

Scooterino è una delle nuove  proposte che, in questi anni, si affacciano sul panorama nazionale e internazionale per allargare un po’ il ventaglio di possibilità e le scelte di spesa di ognuno di noi.
 Scooterino non fa altro che applicare la filosofia della condivisione…agli scooter.

Scegli se essere passeggero e autista e dividi le spese di viaggio. Devi andare a fare una commissione? Controlla se qualcuno può darti un passaggio.
Primo passo.
Vai sul sito, iscriviti e da qui valuta che tipo di utente vuoi essere.
Se, come me, vuoi essere un passeggero, non dovrai far altro che localizzare sulla mappa disponibile il passaggio che ti serve e verificare il costo della tratta. Parlo di costo tratta e non di tassametro. Quello che viene richiesto non è un pagamento a minuti, con l’aggiunta del costo chiamata o altro.
C’è un percorso, si decide quanto può essere il contributo e …quello è!
Una volta richiesto il tragitto e trovato l’autista puoi anche prendere visione di tutte le informazioni che riguardano il “tuo autista”, compreso il modello di scooter, targa e rating.
 Accettato il passaggio rimborserai per il viaggio e darai anche tu un voto al tuo conducente.

L'app Scooterino
L’app Scooterino


Il metodo non è molto diverso da sulla famosa app notevolmente discussa sul mercato, UBER. Ma attenzione come afferma Oliver Scooterino non è paragonabile a Uber perché non c’è e non ci deve essere un interesse a scopo di lucro. La nostra filosofia è quella della condivisione, del risparmio e in pratica simile a Carpooling”


Anche con Scooterino il passaggio è on demand, quindi niente prenotazioni e paghi tramite app, nessun giro di contanti.

Se invece vuoi essere scooterista, utilizzando sempre la app, inserirai la tua destinazione, a quel punto riceverai le richieste di passaggio, che potrai accettare o rifiutare.
 A fine del tragitto riceverai il tuo rimborso e potrai lasciare un feedback sul passeggero.
 Una volta a settimana Scooterino ti farà un bonifico con i rimborsi ricevuti.

La mia prima perplessità è stata: e il casco? Io non ho il casco!
Nessun problema lo scooterista deve averne due, è una delle condizioni.
In pratica:
 arrivi a destinazione, fai nuove amicizie, dividi le spese e …appoggi una politica un po’ più ecofriendly.
Non vedo motivazioni per non provarlo!
Per Oliver requisito degli scooteristi è di essere “amichevoli e positivi perché devono rappresentare Scooterino e questo è il nostro stile”
Oltre a queste caratteristiche il servizio cerca di dare una tutela a chi lo utilizza e, infatti, vengono richiesti: almeno 21 anni di età, patente valida, assicurazione in regola, scooter omologato per due persone e in buone condizioni. A queste burocrazie viene aggiunto un colloquio individuale. Inoltre tutti i passaggi sono monitorati. Passeggeri e Scooteristi possono contattare l’assistenza e essere aiutati per ogni evenienza.
Ad oggi lo staff conta poco meno di una decina di persone, ma Oliver ha già in programmazione tutti gli step per ampliare l’attività e renderla nazionale.
Scooterino è in fase di test a Roma, città scelta per il grande utilizzo di moto e scooter, anche se il suo ideatore non nasconde la volontà di volerlo attivare anche in altre grandi città come Milano, Firenze o Bologna.
E per chi deciderà di essere scooterista attenzione: Oliver ha inventato tutto questo perché …non ha uno scooter quindi potrebbe capitarvi di dare un passaggio proprio a lui!

Per informazioni
Il sito è scooterino.it
L’app sarà disponibile per iOS e per Android
SOCIAL


Facebook

Instagram

Twitter

Nessun Commento

Lascia un commento