Il sole per scaldare il pranzo con un box a pannelli riflettenti creato da NORMALEARCHITETTURA

Solar Schiscetta

È luglio e quest’anno possiamo dirlo: fa proprio caldo!
Anche oggi l’Ansa scrive (qui l’articolo completo):

“I prossimi tre giorni saranno i più caldi di questo periodo. La causa sarà la rimonta dell’anticiclone africano: si avrà un costante aumento delle temperature, con punte di 36-37 gradi”

È arrivato quello che chiamano Caronte e le giornate sono infuocate.
Benissimo. Possiamo attrezzarci con ventilatori, aria condizionata per i più fortunati o con  ventagli, che ormai stanno ritornando come oggetti molto di moda.

Se lavori però hai poche scelte. Il pranzo lo devi fare e…oggi gelato, domani frullato, ma se hai fame nonostante il caldo?
Se non hai voglia di andare tutti i giorni al bar e vuoi uscire un po’ dall’ufficio?
Ho scoperto lei: Solar schiscettaE con tutto questo sole è perfetta!
Un vero sogno per chi prepara a casa quello che sarà il pranzo del giorno successivo, al lavoro, per chi non ha sempre sempre voglia di mangiare cose pronte da frigo e fredde. Per chi vuole sedersi all’aria aperta e gustarsi del buon cibo che ha preparato, senza tradire la dieta e controllando la qualità dei propri pasti.
Ideale anche per chi vuole passare la pausa pranzo al parco a prendere il sole.

Io sono di Milano, quindi il nome non poteva non essermi simpatico.
Spiegazione per chi frequenta poco la pianura padana: la schiscetta (pronunciare con una bella “e” aperta) è il pasto che prepari a casa, tendenzialmente la sera prima, inserisci in un contenitore e porti al lavoro.
In Italia spesso, anche troppo, amiamo l’inglese quindi alcuni potrebbero chiamarla Lunch-box. (così però è sicuramente meno simpatica).

Ne scrivo riferendo il prodotto al mondo “lavoro”, ma ovviamente per la sua praticità puoi pensare di utilizzarlo anche in vacanza, in una gita in montagna o nel tempo libero.

Solar Schiscetta

Solar schiscetta, in particolare, non è una schiscetta qualsiasi, ma è un oggetto low tech creato da Normalearchitettura e presentato per la prima volta alla Milan Design week del 2012.

È una sorta di piccolo forno solare reinterpretato in chiave moderna che, grazie al suo packaging permette di riscaldare il proprio cibo per il tempo che si preferisce.

Tecnicamente è un box composto da pannelli riflettenti che convogliano i raggi solari sul sacchetto trasparente contenente il cibo, che resiste alle alte temperature.
Arrivato alla temperatura desiderata basta aprire e consumare il pasto.

Questa invenzione non solo ti permette di utilizzare l’energia solare, ma anche di evitare altri sprechi.
Una volta sazio riporti il contenitore a casa, lo lavi ed è pronto per un nuovo utilizzo.

In questo video…scopri la schiscetta all’opera,  il prezzo è di 9,5 € e se vuoi acquistarla puoi farlo tramite il concept store online del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano.

Per info:

Web: solarschiscetta.tumblr.com
Per acquistarlo: mustshop.it

 

 

Nessun Commento

Lascia un commento